Uso dei cookie.

Il nostro sito web utilizza cookie, anche di terze parti, per analizzare le sue preferenze al fine di migliorare la sua esperienza di navigazione. Fai clic sui link a destra per visualizzare maggiori informazioni sui cookie utilizzati e su come gestire le tue impostazioni.

 

Primo piano di un bicchiere di vino rosso visto dall’alto

Gaggenau Sommelier Award 2018

Uomo in abbigliamento elegante che apprezza l’aroma di un bicchiere di vino rosso

Pechino, una destinazione enologica

La scelta di Pechino come location per i Gaggenau Sommelier Award 2018 mette in luce la crescita esponenziale che la vinicoltura sta vivendo in Cina:
la produzione di vini in Cina vanta una tradizione millenaria, il paese è attualmente uno dei primi cinque mercati al mondo e Hong Kong ha ormai da tempo raggiunto il rango di più grande mercato di vini pregiati al mondo, superando New York e Londra. Gaggenau e la Cina ti danno il benvenuto nel passato, presente e futuro della vinicoltura.

“Siamo lieti di ospitare questo prestigioso evento, la terza edizione dei nostri Gaggenau Sommelier Awards, quest’anno a Pechino. Con ogni competizione abbiamo continuato ad affermarci come marchio riconosciuto non solo per la sua vasta gamma di elettrodomestici da cucina premium, ma anche per il suo impegno e il suo contributo a plasmare e sviluppare il futuro del design e della cultura culinari.”

Sven Schnee, responsabile del marchio globale Gaggenau

Direzione Pechino

Dopo aver superato una serie di eliminatorie nazionali i sei sommelier finalisti accederanno alle finali di Pechino. I concorrenti provenienti da Francia, Regno Unito, Sudafrica, Svezia, Svizzera e regione della Grande Cina raggiungeranno Gaggenau a Pechino e competeranno per il titolo di vincitore del premio internazionale Gaggenau Sommelier Award 2018.

Questi sei candidati finali dovranno affrontare una serie di sfide e test stabiliti dalla nostra illustre giuria: Annemarie Foidl, presidentessa dell’associazione austriaca sommelier (Sommelier Union Austria) e giudice della giuria di “Best Sommelier in the World” per la Association de la Sommellerie Internationale (ASI); Sarah Abbott, Master of Wine, consulente enologico, giudice, scrittrice e oratore; il signor Yang Lu, il primo e unico maestro sommelier cinese al mondo nonché socio e responsabile dei vini per il gruppo Shangri-La e fondatore del Grapea & Co Institute; e Sven Schnee, responsabile del marchio globale Gaggenau.

Kai Wen Lu ha vinto la competizione della Regione Grande Cina a Shanghai

Kai Wen Lu ha vinto la competizione della Regione Grande Cina a Shanghai

Mikael Grou, vincitore delle eliminatorie francesi

Mikael Grou, vincitore delle eliminatorie francesi

Emma Ziemann, dalla Svezia, la prima dei vincitori nazionali

Emma Ziemann, dalla Svezia, la prima dei vincitori nazionali

Il campione svizzero, Davide Dellago

Il campione svizzero, Davide Dellago

Il vincitore della competizione di Londra, Zareh Mesrobyan

Il vincitore della competizione di Londra, Zareh Mesrobyan

Joakim Blackadder, vincitore di Città del Capo

Joakim Blackadder, vincitore di Città del Capo

Uno spazio per i cambiamenti

Culmine della competizione è la cena di gala al Red Brick Art Museum di Pechino. Gli ospiti degusteranno un menu di sei portate creato dal famoso chef stellato André Chiang nella cornice di questo noto gioiello dell’architettura.

Il Red Brick Art Museum è uno spazio pensato per rappresentare con raffinatezza imponenti trasformazioni. Forme e materiali tradizionali vengono manipolati e reinterpretati in maniera dinamica per ottenere un’estetica allo stesso tempo futuristica e coinvolgente. Ideato dall’architetto Dong Yugen, in Cina questo museo è considerato da molti come un’opera d’arte in sé.

Red Brick Art Museum di Pechino, veduta esterna