Gaggenau

Un designer
affascinante.

Sebastian Herkner disegna oggetti eleganti dall'aria imperturbabile.

Forme chiare e allo stesso tempo sensuali sono il marchio di fabbrica di Sebastian Herkner.

Cercando il nome Sebastian Herkner in Internet, sullo schermo compare l'immagine di un uomo giovane dall'aria piuttosto seria. Eppure al designer, 34 anni, non manca di certo il senso dell'umorismo. Forse è una persona poco impulsiva, riservata, del resto ammette con semplicità: "Non sono proprio portato per lo small talk". Eppure questo non gli ha impedito di ottenere ottimi risultati in un settore che, come è risaputo, vive della capacità di fare rete e curare i contatti. Negli ultimi otto anni Herkner ha inanellato un successo dopo l'altro con una velocità sorprendente. "Sin da piccolo avevo le idee chiare su che cosa avrei voluto fare". Quindi si mette in proprio già durante gli studi e con grande determinazione inizia a sfruttare ogni opportunità per conoscere nuove persone e presentare i propri progetti durante fiere di settore e altri eventi importanti dell'ambiente del design.

Il numero dei dipendenti che lavorano nel suo studio accogliente di Offenbach oscilla tra le tre e le cinque persone. Nel mettere insieme il suo team, il designer cerca sempre di fare incontrare scuole diverse, poiché i modi differenti di vedere le cose e di affrontare i progetti sono un autentico arricchimento per il suo lavoro. Le idee decise di Herkner danno vita soprattutto a mobili e accessori dalla forte espressività, che sembrano emanare un'area quasi classica e dimostrano un carattere imperturbabile. La timidezza iniziale evapora quando il designer si immerge nei suoi progetti: sono la sua vera passione. Sono il suo territorio. E per tantissimo tempo quasi la sua unica occupazione. Di recente, dopo 14 anni di lavoro, si è preso la sua prima vacanza, dopo che un dottore aveva riscontrato una carenza di vitamina D e gli aveva chiesto se vivesse in una caverna. La meta ideale per risolvere il problema? Le spiagge della Thailandia. "È stato terribile", ammette Herkner. "I primi tre giorni non sapevo come trascorrere il tempo."

Sicuro di sé, coraggioso e con un'area speciale: ecco il Bell Table di Sebastian Herkner realizzato in vetro e ottone.

Sebastian Herkner si trova a un punto di svolta. Gli anni di lavoro duro e di rinunce fanno vedere i loro frutti. Oggi può permettersi si rifiutare un incarico, ad esempio quando non è sulla stessa lunghezza d'onda di un'azienda o non ne condivide i metodi di produzione. Il fatto positivo è che Sebastian Herkner è una persona dai saldi principi, che non si lascia ammaliare da una domanda in crescita costante né tradisce ciò in cui crede. "Ovviamente è straordinario lavorare alla pari con quelli che erano i miei modelli ai tempi dell'università", racconta, "ma in quanto designer ho soprattutto una grande responsabilità.“

È quello che si rispecchia nelle immagini? Sebastian Herkner desidera creare un design per coloro che lo apprezzano e lo comprendono – e ciò significa anche offrirlo a prezzi accessibili. La componente sociale è di fatto un aspetto importante del suo lavoro. Basti pensare a uno dei suoi primi successi, il Bell Table, che grazie agli ottimi numeri di vendita assicura diversi posti di lavoro in un piccolo laboratorio di lavorazione del vetro in Germania.

Sebastian Herkner sa fare leva sul suo senso di responsabilità e sulla sua serietà per dare vita a uno splendido design e a prodotti eleganti. Eleganti non solo perché il designer dedica un'enorme attenzione ai dettagli. "Prima di disegnare alcuni prodotti, li lascio volteggiare nella mia testa per diversi mesi." Eleganti anche perché danno la sensazione a chi li acquista di circondarsi non solo di oggetti belli, ma anche funzionali.

Le dimensioni delle creazioni non fanno alcuna differenza: tutto quello che esce dalla matita del designer dimostra di avere carattere.

E quindi la trepidazione è ancora più grande per la sua interpretazione di "La casa – Interiors on Stage" alla prossima fiera del mobile di Colonia, la imm Cologne, che non ha mai avuto un ospite d'onore così giovane. E questo non fa che spronare ancora di più questo artista geniale. La sua idea? Fedelissima ai suoi principi: dopo gli eventi politici più recenti il designer vuole lanciare un segnale di apertura. "Non ci saranno pareti fisse. Tutto sarà molto colorato, molto concreto, molto personale." In occasione della fiera verranno presentati dieci nuovi prodotti, tra cui sedie, un letto e dei tappeti. Ma non sarà solo una festa per occhi, bensì anche per il palato. Infatti Herkner cucinerà insieme ad alcuni colleghi designer. "Molto meglio che fare small talk." E finalmente gli scappa un sorrisetto.

Testo: Rahel Ueding

Fotografie: Evelyn Dragan, Studio Sebastian Herkner

www.sebastianherkner.com

Molti dei mobili progettati da Herkner nel suo studio di Offenbach sembrano quasi classici, ma in realtà hanno un'eleganza del tutto moderna.

Altri contenuti: Design & Cultura

  • Il giardiniere
    dell'universo.

    Scopri
  • Il viaggio è la destinazione.

    Scopri
  • Una tela per la nuova cucina nordica.

    Scopri
  • Poesia per le pareti.

    Scopri
  • Un fuoco ardente.

    Scopri
  • Arte fatta a mano.

    Scopri
  • Una nuova arte
    per i pavimenti.

    Scopri
  • La luce è
    qualità della vita.

    Scopri
  • Un designer
    affascinante.

    Scopri
  • Chi gioca
    con la luce.

    Scopri
  • Quando il design diventa
    magia.

    Scopri
  • Anything
    glows.

    Scopri
Indietro 1 12 Avanti