Gaggenau
loading...

Da sempre
un passo avanti.

1683
1873
1880
1908

Da sempre
un passo avanti.

1931
1948
1956
1972

Da sempre
un passo avanti.

1986
1990
1999
1999

Da sempre
un passo avanti.

2003
2007
2008
2009

Da sempre
un passo avanti.

2010
2011
2012
2013

L'inizio di una storia
di grande successo.

Gaggenau prende il nome da una piccola località situata nella valle del Murg (Murgtal), situata ai piedi della Foresta Nera, poco lontana da Baden-Baden. E' qui che nel 1683 fu fondata la fucina Gaggenau dal marchese Ludwig Wilhelm von Baden (1677-1707), per la produzione di martelli e chiodi. Il marchese utilizzò i giacimenti di minerali di ferro situati nella valle del Murg, per dare una nuova fonte di sostentamento a disposizione dei contadini poveri. Fu così posta la prima pietra della storia di Gaggenau.

Ritorna alla cronologia

Ispirazione
e ingegno.

Nel 1873 iniziò a Gaggenau l'era dell'industrializzazione. Michael Fluerscheim rilevò la fonderia e ne ampliò la produzione con la costruzione di macchine agricole, oggetti in metallo e utensili. Lo stabilimento siderurgico fu chiamato “Eisenwerke Gaggenau AG”.

Ritorna alla cronologia

La Fabbrica
delle novità.

Negli anni '80 del XIX secolo lo stabilimento siderurgico venne soprannominato la “Fabbrica delle novità”: manifattura di nuove idee e invenzioni. Le officine Gaggenau, grazie alla smalteria interna specializzata, iniziarono a produrre insegne pubblicitarie per aziende come per esempio Odol (dentifrici), Maggi (dadi) e Stollwerck (cioccolato). La composizione del robusto smalto da forno fu la base del successo delle cucine a gas e a carbone che continuarono ad essere prodotte oltre l’inizio del XX secolo.

Ritorna alla cronologia

Al passo con i tempi.

La gamma produttiva viene adeguata al nuovo secolo. Le linee di prodotti innovativi come le cucine a carbone e a gas, ma anche le biciclette, sono la testimonianza del carattere pionieristico di Gaggenau. Fino al 1908 erano state vendute 250.000 biciclette "Badenia".

Ritorna alla cronologia

Il comfort fa il suo ingresso
in cucina.

Dopo l'acquisizione da parte del Dr. Otto von Blanquet, Gaggenau si specializza nella produzione di cucine a carbone e a gas e dà inoltre avvio alla produzione di quelle elettriche: soluzioni più sicure e comfortevoli.

Ritorna alla cronologia

Innovazione come
garanzia di affidabilità.

Nel 1944 quasi tutte le sedi di Gaggenau vengono distrutte dai bombardamenti. Dopo la riforma monetaria, Gaggenau inizia a produrre forni innovativi a ridotto consumo di gas e carbone. Viene dato inizio anche alla produzione di forni elettrici che vede impegnati 180 operai nella realizzazione dei modelli "Favorit" e "Futura".

Ritorna alla cronologia

Nascono gli
elettrodomestici
da incasso.

Georg von Blanquet diventa l'uomo trainante dell'azienda. Ispirato dalla sua passione per la cucina, è affascinato dall'idea rivoluzionaria, per quei tempi, di una cucina componibile su misura dotata di elettrodomestici a tecnologia avanzata dal design senza tempo. In quello stesso anno escono i primi elettrodomestici da incasso nel mondo: un forno incassato all'altezza degli occhi, separato dal piano cottura, e una cappa di aspirazione.

Ritorna alla cronologia

I primi piani modulari
in Europa.

Vengono presentati per la prima volta in Europa i piani cottura modulari Vario, con larghezza 28 cm e le manopole di regolazione integrate nel piano. Sono i precursori delle odierne Serie Vario, ormai entrate a far parte dei classici più ambiti, che si contraddistinguono per essere apparecchi ad alta specializzazione perfettamente combinabili tra loro.

Ritorna alla cronologia

Professionalità
in cucina.

Viene presentato l’EB 300, il primo forno da 90 cm sul mercato europeo, diventato poi negli anni un’icona del settore. Con un volume netto del vano cottura da 87 litri, consente di cucinare fino a quattro arrosti contemporaneamente.

L'introduzione dei piani cottura della serie Vario 300, larghi 38 cm e dotati delle caratteristiche manopole di regolazione montate frontalmente, porta un’aurea professionale anche dentro le quattro mura domestiche.

Ritorna alla cronologia

Ispirazione
dall'America.

Prendendo lo spunto dai frigoriferi combinati di stampo americano, Gaggenau presenta il Side-by-Side IK 300 con accesso separato agli scomparti frigorifero e congelatore. L’apparecchio, oltre alle cinque zone climatizzate e alla regolazione manuale dell'umidità, produce anche ghiaccio.

Ritorna alla cronologia

La continua ricerca
della soluzione migliore.

Viene presentato il primo forno combinato a vapore ED 220 con collegamento diretto alla rete idrica per carico e scarico d’acqua, dando così vita ad un nuovo “must” nel settore: si manifesta il desiderio di sperimentare nuove sensazioni, conoscere nuovi sapori, portando in ambiente domestico la cottura a vapore che preserva le proprietà nutritive e i minerali degli alimenti. La cucina asiatica deve gran parte del successo ottenuto nel mondo occidentale anche a questi sviluppi tecnologici.

Ritorna alla cronologia

La continua ricerca
della soluzione
migliore.

Il 1999 è anche l’anno di presentazione dell’esclusivo centro di aspirazione con effetto Coanda AH 600, oggi nota con il nome AW / AI 280, che sfrutta le conoscenze acquisite nell'ambito della ricerca in aerodinamica. La sua forma particolare crea un'ulteriore corrente d'aria lungo il bordo frontale che cattura i vapori aspirandoli prima che possano disperdersi nell'ambiente. Questa tecnica di aspirazione garantisce una maggiore efficienza energetica e, contemporaneamente, un ridotto livello di rumorosità.

Ritorna alla cronologia

Temperature
per veri intenditori.

Con il vino cantina IK 360 dotato di porte in cristallo, Gaggenau mette a disposizione tre zone climatiche separate con sistemi di regolazione della temperatura indipendenti per una miglior conservazione di vini. La temperatura può essere regolata da 4 °C a 21 °C con la massima precisione.

Ritorna alla cronologia

Platinum Collection.
Forni design GOG e
"il freddo" VarioCooling.

Vengono presentati i primi Forni della serie Global Oven Gaggenau senza frontalino comandi e con il loro caratteristico design delle manopole con display LCD. Oltre agli apparecchi standard da 60 cm sono disponibili per la prima volta anche forni con dimensioni extra formato da 30 pollici (76 cm) di larghezza.

Gaggenau propone il nuovo “freddo all’avanguardia”: la serie dei centri di refrigerazione VarioCooling. E' il primo sistema modulare di elementi a scomparsa completamente integrabili e il nuovo benchmark nel segmento del freddo. Gli apparecchi si caratterizzano da una dotazione di serie di elevata qualità: vani interni completamente rivestiti in acciaio inox, in classe di efficienza energetica A+.

Ritorna alla cronologia

Alta prestazione
e design
piatto.

90 cm di larghezza, piatto e dotato della più avanzata tecnologia a gas: il piano di cottura CG 492 è anche il primo a fornire una potenza di 18 kW.

Ritorna alla cronologia

Massima flessibilità
nell'utilizzo dello
spazio.

Con i centri di conservazione Superior Cooling, Gaggenau sviluppa un nuovo concetto di gestione dello spazio, con spazi interni ancora più capienti in dimensioni standard per integrarsi in qualsiasi ambiente cucina. La classe di efficienza energetica A++ assicura inoltre un consumo ridotto.

Ritorna alla cronologia

Nuovo concept
di areazione degli
ambienti.

Il nuovo centro di aspirazione modulare a soffitto AC 402 offre una soluzione flessibile per un’efficiente areazione degli ambienti. Un sistema modulare, straordinariamente silenzioso ed eccezionale nelle prestazioni, con un design minimalista che permette di intergarsi senza farsi notare in qualsiasi soluzione architettonica della cucina.

Ritorna alla cronologia

Cucinare
senza confini.

Gaggenau vi porta verso un’esperienza culinaria completamente nuova. Grazie ai 48 microinduttori, il nuovo piano ad induzione Full Induction CX 480 trasforma l’intera superficie in un’unica grande zona cottura senza limiti, proprio come nelle cucine professionali. L’intuitivo display TFT touch control garantisce la massima semplicità di gestione del piano cottura e mantiene costanti le impostazioni di cottura ad ogni spostamento delle pentole.

Ritorna alla cronologia

Estetica
senza compromessi.

Negli apparecchi per la cottura della nuova Serie Vario 400, la tecnologia professionale più avanzata al servizio della cucina domestica e il design scultoreo confluiscono formando un tutt’uno. Per la prima volta è possibile abbinare, a proprio piacimento, piani cottura di diversa larghezza da 38 a 90 cm. Grazie alla precisa lavorazione dell’acciaio inox da 3 mm di spessore, gli apparecchi possono essere posizionati uno accanto all’altro creando un perfetto allineamento. L’installazione dei piani può avvenire completamente a filo top o in appoggio, per mettere in evidenza i loro profili al vivo.

Ritorna alla cronologia

Una famiglia -
due personalità.

Per la prima volta nella storia di Gaggenau escono contemporaneamente due nuove serie di forni con design differenti. Gli apparecchi della serie 400 vengono installati con una leggera sporgenza frontale, quelli della serie 200 sono incassati perfettamente a filo. Entrambe le serie incarnano in egual misura l'idea di autenticità, rigorosità e originalità.

Ritorna alla cronologia
Previous Next

Altri contenuti:

  • Un segreto custodito
    gelosamente: il nostro smalto.

    Scopri
  • 333 years in the making

    Scopri
  • Da sempre
    un passo avanti.

    Scopri
  • Inconfondibile
    come il marchio stesso.

    Scopri
  • Lavoro manuale preciso per
    forni perfetti.

    Scopri
Indietro 1 5 Avanti

EB 333

Un'icona Gaggenau, nella sua terza decade, l'EB 333 è stato rivisitato con grande cura. Realizzato ancora pressoché interamente a mano, offre adesso un display TFT touch per un controllo intuitivo notevolmente migliorato. Il pannello della porta frontale è realizzato a partire da un unico foglio di acciaio inox da 3 mm che si estende per tutta la larghezza di 90 cm. La porta è dotata di un meccanismo di auto-chiusura ammortizzato.

Scopri

Massima qualità
nei singoli dettagli.

Le robuste porte panoramiche dei forni serie GOG con frontale dietro vetro a quattro strati. Risultati eccezionali ottenuti grazie ad un'accurata scelta dei materiali e a una perfetta lavorazione. Ogni mossa in cucina rende letteralmente tangibile la leggendaria qualità Gaggenau.

Scopri